MotoGP da Silverstone: Super Pole di Marc Marquez

By
Updated: settembre 1, 2013
Marquez

MotoGp 2013

Il 20enne spagnolo conquista la pole sul circuito inglese con un tempo stratosferico (2’00”691) e migliorando il record che apparteneva a Stoner nel 2011 di ben 1,3 secondi dopo un duello a suon di giri veloci con Jorge Lorenzo, secondo a poco più di 1 decimo dal 93 con Crutchlow in terza posizione. Sesta posizione per Rossi ma lontanissimo dalla vetta.

Q1

Tutte le CRT in questa prima parte delle qualifiche comprese la Yamaha Tech 3 di Smith e le due Ducati di Iannone e Pirro, le moto favorite per passare in Q2.
Partono però subito forte le moto del team PBM di Hernandez e Laverty in 2’05”3 ma è poi il buon Danilo Petrucci a scalzarli dalla testa della classifica con un 2’04”9.
Il crono di Petrucci sembra reggere ma poi sale in cattedra Bradley Smith che con il tempo di 2’03”110 balza in testa e va direttamente alla Q2 e dietro di lui si piazza Iannone con un distacco di 1,5 secondi dall’inglese.
Battaglia dietro a Smith per l’ultimo posto utile per salire in Q2 tra De Puniet, Edwards e le due Ducati di Iannone e Pirro. Alla fine è Colin Edwards a prendere il secondo posto e a salire in Q2 con il tempo di 2’04”098 a 1 secondo da Bradley Smith. De Puniet e le Ducati tentano il tutto per tutto per bruciare Edwards ma finiscono dietro al texano che da un paio di gare a questa parte riesce a portare la sua moto in Q2. De Puniet finisce terzo a mezzo secondo da Edwards e le Ducati vengono addirittura beffate da Barbera che nel giro buono si era accodato a Iannone.
La classifica finale del Q1 recita: Smith, Edwards, De Puniet, Barbera, Pirro, Iannone, Hernandez, Petrucci, Laverty, Corti, Aoyama, Pesek, Staring.
Non presente Karel Abraham per postumi del volo di Indianapolis.

Q2

Partono fortissimi Jorge Lorenzo e Marc Marquez che girano già dal primo giro sotto il record di Casey Stoner del 2011 e continua la lotta tra loro due a suon di giri veloci dettando il ritmo di queste qualifiche che sarà facilmente e pesantemente sotto il record della pista, tanto che il primo giro lanciato di Lorenzo è già di 8 decimi inferiore al record del 2011 (2’01”497 il tempo di Lorenzo, 2’02”020 il tempo di Stoner nel 2011) e rifila 9 decimi a Crutchlow messosi in seconda posizione.
Arriva Marquez in equilibrio precario (lo dimostra l’imbarcata all’ultima curva) che migliora di 2 decimi il tempo di Lorenzo, il quale migliora di 7 millesimi il tempo di Marquez stabilendo ancora la pole provvisoria.
Marquez prova a rispondere ma si ferma a soli 30 millesimi da Lorenzo e Pedrosa chiude il giro terzo a 407 millesimi dai due scatenati connazionali.
Gira male Rossi lontano addirittura 1 secondo e mezzo dal compagno di squadra Lorenzo!
Di corsa a montare la gomma nuova e i primi ad uscire sono le Honda clienti di Bautista e Bradl
Si lancia Jorge Lorenzo che con un giro fantastico chiude in 2’00”819 facendo la differenza nel T3, tratto nel quale Rossi perde tantissimo.
Marquez non ci sta a farsi battere così e chiude un giro strepitoso in 2’00”691. Nuovo record della pista di Silverstone e record precedente frantumato di 1 secondo e 3 decimi!
Terzo è Crutchlow che rimedia ai 2 botti del mattino ma si becca ugualmente 7 decimi dai due scatenati spagnoli.
Seconda fila per le Honda di Bradl e Pedrosa e la Yamaha di Rossi, lontano 1,4 secondi da Marquez. Gara ancora una volta in salita per il Dottore ma anche per Pedrosa che deve in tutti i modi arginare il suo più giovane compagno di box.
Terza fila per Dovizioso, Bautista ed Hayden e quarta fila per Smith ed Edwards con Espargaro 12° ma che non ha preso parte alle qualifiche per i postumi del brutto volo nelle FP4.

I Tempi

1. 93 Marc MARQUEZ
SPA Repsol Honda Team Honda 323.5 2’00.691

2. 99 Jorge LORENZO
SPA Yamaha Factory Racing Yamaha 322.0 2’00.819 0.128 / 0.128

3. 35 Cal CRUTCHLOW
GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 319.7 2’01.425 0.734 / 0.606

4. 6 Stefan BRADL
GER LCR Honda MotoGP Honda 326.3 2’01.558 0.867 / 0.133

5. 26 Dani PEDROSA
SPA Repsol Honda Team Honda 323.1 2’01.624 0.933 / 0.066

6. 46 Valentino ROSSI
ITA Yamaha Factory Racing Yamaha 322.3 2’02.109 1.418 / 0.485

7. 4 Andrea DOVIZIOSO
ITA Ducati Team Ducati 321.3 2’02.123 1.432 / 0.014

8. 19 Alvaro BAUTISTA
SPA GO&FUN Honda Gresini Honda 325.2 2’02.252 1.561 / 0.129

9. 69 Nicky HAYDEN
USA Ducati Team Ducati 321.3 2’02.289 1.598 / 0.037

10. 38 Bradley SMITH
GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 320.0 2’02.409 1.718 / 0.120

11. 5 Colin EDWARDS
USA NGM Mobile Forward Racing FTR Kawasaki 308.2 2’04.032 3.341 / 1.623

12. 41 Aleix ESPARGARO
SPA Power Electronics Aspar ART

lASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *