Confronto: triathlon e pentathlon

By
Updated: aprile 26, 2014
Triathlon femminile-1_


TRIATHLON E PENTATHLON
: Se ci affidassimo al nostro instinto e anche al nostro bagaglio culturale non risulterebbe difficile fare una distinzione fra triathlon e penthatlon, perchè innanzi tutto se attingessimo alle nostre conoscenze di greco antico dall’ etimologia della parola sapremmo che penta significa cinque e thlon lotta quindi le specialità sportive da affrontare nel pentathlon sono cinque: equitazione schermatiro a segno (pistola); nuoto(200 m stile libero); corsa(3.000 m corsa campestre); a differenza invece del triathlon che prevede tre categorie: nuoto, il ciclimo e la corsa.

Anche se il penthatlon è presente fin dai tempi dell antica grecia, si pensa che essa fu inventata come allenamnto dei militari spartani,e noi non lo mettiamo in dubbio.

Triathlon femminile-1Comunque fù grazie a Pierre De Coubertin che ne fece una variazione di quello antico di stampo militare, il vincitore è colui che ha ottenuto un maggior punteggio durante le cinque prove.

Mentre il pentathlon è un arcaica conoscenza, il triathlon è una giovane invenzione. Infatti esso nacque nel 1977 sulle spiagge di Honolulu alle Hawaii, dove si trovavano un guppo di amici i quali discettavano su quale fosse la gara più difficoltosa e insidiosa per quanto riguardava la resistEnza; se fosse stata la gara di nuoto Waikiki rough water swim di 3,8 km, se fosse la 112 mile 112 mile ( 180 km ) bike race around Oahu, o the Honolulu Marathon di corsa di km 42,195.

Essenzialmente la differenza che intercorre è che nel triathlon prevede tre prove: nuoto ciclismo e corsa; il penthathlon ne prevede cinque.

La differenza sostanziale è che mentre nel triathlon vi è una valenza individuale nel penthlon risulta assente in quanto il penta atleta si ritroverà nella prova di scherma a gareggiare con un altro ”pentaconcorrente”, un’ altra nodale differenza è anche che mentre nel pentholon il vincitore deve collezionare un punteggio alto il triatleta deve solo riuscire ad giungere alle distanze prestabilite, il quale oltre a dover far fronte al disumano sforzo fisico deve annientare quel senso di frustrazione mentale, sapete poi quanto la mente gioca un ruolo fondamentale in quello che sara poi il prodotto dello sforzo del triatleta.

1 commento

  1. luca

    30 settembre 2014 at 15:56

    ottimo articolo!

lASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *