STEFFI GRAF: LA PIU’ GRANDE?

By
Updated: luglio 18, 2014
Steffi Graff

La tedesca Stephanie Marie Graf è stata una tennista tra le più forti della storia.

Premettiamo che siamo dell’opinione che sia impossibile stabilire chi sia la più forte della storia, non solo perché oggi le giocatrici sono più potenti ma anche perché ogni carriera ha le sue peculiarità dovute alle avversarie e ad altri fattori contingenti. Allora perché il titolo? perché  Steffi è stata meno personaggio rispetto ad altre campionesse, non glamour come la Evert, non un simbolo per i gay come la Navratilova, non una bellezza da copertina, ma i risultati ci dicono che Steffi Graf è la seconda  tennista più vincente della storia nelle prove  di singolare del Grande Slam meglio di lei solo Margaret Court Smith con 24 titoli, Steffi ne ha Steffi Graffcollezionati 22, Martina Navratilova 18.  Serena Williams, subito dietro, comincia a dare segni di cedimento fisico, riteniamo difficile che possa conquistare altri cinque Slam.

Ancora più impressionante è che la Graf a causa dei problemi fisici e forse di un certo appagamento si è ritirata a soli 30 anni.  Steffi è una delle tre tenniste ad aver ottenuto il vero Grande Slam, vincere i quattro titoli nello stesso anno, il 1988  (aveva 19 anni). In quell’anno fece di più,  alle Olimpiadi di Seul fece ritorno il tennis, Steffi conquistò la medaglia d’oro, in seguito verrà inventata la definizione di Golden Slam per quest’impresa. Concluse il 1988 con 10 tornei vinti solo tre sconfitte e fu nominata dalla BBC personalità sportiva dell’anno. Steffi detiene il record di settimane (377) passate al numero 1 della classifica,  con  l’intermezzo del regno della Seles che fu interrotto dal famoso attentato.

Sulla questione rivalità con la Seles va ricordato come la Graf, che è in vantaggio negli scontri diretti contro tutte le rivali, tranne Navratilova con la quale il bilancio è 9 a 9, anche se ci si limita al periodo della massima esplosione della Seles cioè non contando i match dopo il ritorno della serba  e i primissimi in cui questa era troppo giovane sia in svantaggio solo per 3 a 4.

Ci piace dividere la carriera della Graf in tre parti: quella in cui era la giocatrice in ascesa e diventò la numero uno quando la Evert e la Navratilova erano ancora forti, quella in cui le rivali erano le coetanee: Sabatini, Sanchez solo per citare quelle che sporadicamente la misero in difficoltà, soprattutto sulla terra battuta (la supremazia negli scontri diretti in questo caso è schiacciante) e la fase tarda in cui pur tra crescenti difficoltà fisiche riuscì a piazzare ruggiti da leonessa conquistando altri titoli dello Slam e prendendosi la soddisfazione di battere una giovanissima ma già forte Venus Williams a Wimbledon e Martina Hingis in una memorabile finale a Parigi.

Per quanto riguarda il dopo carriera Steffi pur mantenendo un profilo abbastanza riservato è diventata personaggio più dopo il suo ritiro per via della sua storia d’amore con il grande Andrè Agassi, dal loro matrimonio sono nati due figli e gli appassionati di tennis non possono che sognare  che dalla fusione di tali geni siano nati due predestinati.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright

lASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *