I MIGLIORI TENNISTI DELLA STORIA

By
Updated: settembre 4, 2014
Tennis_i migliori di sempre

Il tennis ha quasi 130 anni di storia (la regolamentazione definitiva è del 1888)  stilare  una classifica dei migliori tennisti di sempre è difficile, il giudizio va contestualizzato all’epoca e basato su quanto hanno vinto, nessuno ha dubbi che il Rod Laver degli anni ’60 catapultato con una macchina del tempo sui campi attuali a giocare con le moderne racchette raccoglierebbe solo pochi punti contro i più forti di oggi.

ROD LAVER

laver tra i migliori di sempreNon si può non iniziare dal grande Rod Laver, l’australiano è l’unico tennista nella storia ad aver conquistato per due volte il Grand Slam (1962 e 1969).  In realtà nessuno ha dubbi che se non fosse vissuto a cavallo tra l’era  Open e quella del dilettantismo avrebbe vinto molti altri tornei dello Slam e forse realizzato altri Grand Slam (passò al professionismo nel 1963, i tornei dello Slam rimasero chiusi ai professionisti fino al 1968).  Per sette anni il suo ruolo di numero uno fu indiscusso. Fisicamente era un giocatore leggero anche per i suoi tempi, alto solo  1,72, ma completo tecnicamente e i colpi viaggiavano veloci e precisi. Aveva un micidiale servizio ed eccelleva nel serve and volley. Il colpo migliore da fondo campo era certamente il rovescio. Era anche un maestro del lob (pallonetto).

BJORN BORG

Borg i migliori tennistiAllo svedese Björn Rune Borg  l’aver centrato per tre anni consecutivi  l’accoppiata Roland Garros-Wimbledon basterebbe forse per l’inserimento in questa classifica, ma la sua importanza sta nella svolta che portò nella storia del tennis dimostrando che si poteva vincere Wimbledon (e non solo una volta) giocando da fondo campo. Borg viene, a ragione, considerato il papà dei regolaristi o con termine meno carino “pallettari” specialisti della terra battuta, soprattutto connazionali, che imperversarono negli anni ’80 la differenza di classe tra lui e loro è testimoniata non solo nel gioco ma nella capacità che dimostrò di vincere su tutte le superfici. Le sue armi principali erano la grande tenuta fisica e mentale, per quel che riguarda i colpi fu insieme a Jimmy Connors tra i primi esponenti del rovescio a due mani, per quel che riguarda il dritto fu tra i primi a giocare il top-spin (pur giocando ancora con la racchetta di legno!).

IVAN LENDL

Lendl i migliori tennistiIvanthe robotLendl viene raramente inserito tra i grandissimi della storia del tennis, eppure se è vero che il  cecoslovacco ha vinto “solo” otto titoli dello Slam e mai Wimbledon è anche vero che Borg non riuscì mai ad espugnare gli US Open e non vediamo perchè Wimbledon debba avere questa importanza preponderante rispetto agli altri  Slam, considerato poi che  i tornei su erba sono pochissimi. Lendl a Wimbledon giocò due finali,  andando vicinissimo al Career Grand Slam, fu il tennista con la più lunga permanenza al numero uno della classifica (record poi superato da Sampras e Federer) ed è tutt’ora al numero due nella classifica dei tornei vinti in carriera (dopo Connors). Lendl, non diversamente da Borg, rappresenta una svolta nell’evoluzione del tennis, se lo svedese fu il primo dei regolaristi, Lendl è stato il primo degli attaccanti da fondo campo,  unì le caratteristiche di attaccanti e regolaristi dimostrando che giocare dal fondo non significava necessariamente aspettare l’errore dell’avversario.  Lendl giocava prevalentemente da fondo campo ma con colpi di una potenza e profondità  sconosciute fino ad allora, non aspettava l’errore dell’avversario, lo provocava col palleggio per i più insostenibile (o piazzava un vincente). Se poi ci si avventurava a rete della precisione e velocità dei suoi passanti può testimoniare John McEnroe che in una delle sue ultime grandi prestazioni si dovette inchinare alla superiorità di Lendl e commentò con un eloquente “quel bastardo ha preso 33 righe”.

ROGER FEDERER

Roger FedererLo svizzero Roger Federer è considerato da molti il più grande nella storia del tennis, non solo per quanto ha vinto, ma per  il gioco che ha messo in mostra, qualunque appassionato vi dirà che veder giocare Federer è poesia. Noi siamo convinti che bisogna guardare ai numeri e alle vittorie, quindi Roger cosa ha dalla sua? Il maggior numero di settimane al numero uno della classifica mondiale per esempio (ben 302 conto le 286 di Sampras e le 270 di Lendl); ben 22 titoli dello Slam sette dei quali a Wimbledon (record condiviso con Sampras), il Grand Slam Career (sfuggito all’americano che a Parigi non andò oltre la semifinale, ecco perchè abbiamo riservato il “suo” posto a Lendl).  Federer ha un bilancio negativo negli scontri diretti con gli altri numero uno della sua epoca, ecco perchè pur dichiarandoci incondizionatamente tifosi di Roger, non condividiamo la spocchia dei tifosi ad oltranza che rifuggono da qualsiasi confronto con frasi tipo “Roger è il tennis punto“. D’altro canto le settimane al numero uno e i titoli di Grand Slam vinti sono risultati che contano più degli scontri diretti. Dal punto di vista tecnico Federer è perfetto, non ha punti deboli, servizio spaventoso che favorisce la possibilità di giocare d’attacco, da fondo campo non è da meno e sono pochi gli avversari capaci di tenergli testa anche nel palleggio. Se vogliamo trovare un difetto si è dimostrato poco vincente nei match maratona con gli altri grandi, forse non è un maratoneta.

RAFAEL NADAL

Rafael Nadal i migliori di sempreSembra strano inserire Nadal in una classifica dei più grandi di sempre perchè se Federer è ancora in attività ma dà l’impressione di aver dato il meglio di se, Rafa, guai fisici permettendo, sembra in grado di lottare ancora per la prima posizione mondiale e  vincere i trofei più prestigiosi, la vittoria nella finale di Parigi su Djokovic lo dimostra, quindi il giudizio definitivo può ancora cambiare, in meglio!  Lasciamo ancora parlare i risultati, il tennista maiorchino ha centrato 14 titoli dello Slam che non sono pochi, ma più importante è riuscito a vincere sulla superficie a lui meno congeniale l’erba di Wimbledon  per ben due volte, centrando il Career Grand Slam.  Su quello che ha fatto a Parigi si potrebbe scrivere un libro: nove vittorie, record non solo dell’era Open nemmeno agli albori del tennis all’inizio del secolo scorso qualcuno è riuscito a fare altrettanto. Inoltre è in vantaggio negli scontri diretti con tutti i tennisti più forti della sua epoca.

WIKI DATI RAFAEL NADAL

Wiki dati Rafael Nadal

WIKI DATI ROD LAVER

Wiki Dati Rod Laver

WIKI DATI BJORN BORG

Wiki dati Bjorn Borg

WIKI DATI IVAN LENDL

Wiki dati Ivan Lendl

WIKI DATI ROGER FEDERER

Wiki dati Roger Federer

lASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *