Flushing Meadows 2014 il tennis maschile si rinnova quello femminile no

By
Updated: settembre 9, 2014
US OPEN 2014

pantera neraIniziamo dal torneo femminile,  Serena Williams ha dominato. Flushing Meadows ci ha detto che la Williams  vivrà una vecchiaia  “serena“,  non si vede all’orizzonte un’erede al suo livello. Il tennis femminile negli ultimi 25 anni è progredito molto, il dritto della Graf era di una potenza inaudita per l’epoca, oggi  tutte le migliori tirano più forte,  niente di strano se l’evoluzione fa una pausa. Ora l’interrogativo è: raggiunta Navratilova nel numero di Slam in singolare (18) Serena  raggiungerà Steffi Graf (22)? Scommettiamo sul no, la superiorità sulle avversarie non maschera che sembra fisicamente agli sgoccioli.

Le più in forma della vigilia Radwanska e Kvitova hanno deluso, la Sharapova ha confermato che, vista l’inaffidabilità del servizio, la terra rimane la superficie a lei più amica,  benissimo la Makarova, le italiane Errani e Pennetta oltre le più rosee aspettative (entrambe ai quarti), gran torneo della Peng peccato per l’infortunio, la Wozniacki sarà raggiante per la finale ma continuiamo a ritenerla una perdente, una con i suoi mezzi se avesse la forza mentale della Sharapova sarebbe la degna erede di Serena.

Gli uomini ci hanno accontentato: avevamo invocato una sorpresa, l’abbiamo avuta e non da Raonic o Dimitrov che erano attesi. Fino ai quarti tutto da pronostico,  con tre delle Cilic_prime quattro teste di serie.  La vittoria del giapponese Nishikori su Wawrinka (3) e del gigante croato Cilic su Berdych (6) hanno fatto pensare che la strada per Djokovic e Federer fosse spianata ma le vittime designate non erano d’accordo,  in semifinale il giapponese ha strapazzato 3 set a 1 il numero uno con colpi che sfrecciavano come missili e angoli impossibili mentre il croato si liberava 3 a 0 della leggenda Federer.

Nella finale nuovo 3 a 0  per il croato, dall’alto del suo 1,98 Cilic ha servito alla grande mentre il giapponese è sembrato meno solido che con Djokovic, troppi errori non forzati, complimenti a Cilic ma anche a Nishikori per l’incredibile torneo in cui ha collezionato scalpi eccellenti  e buone notizie per il tennis maschile: considerati  Raonic e Dimitrov che rimangono due signori giocatoriTsonga  e ora Nishikori e Cilic sembra che per i prossimi anni  si sia assicurato un po’ di protagonisti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright

lASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *