MASSIMILIANO ALLEGRI: il nuovo condottiero bianconero

By
Updated: settembre 23, 2014
MASSIMILIANO ALLEGRI

La ferita inferta ai tifosi della Juventus dall’addio di Antonio Conte si sta pian piano rimarginando. Il divorzio tra la società e l’allenatore leccese è stato un duro colpo per i supporters bianconeri soprattutto per il modo in cui è arrivato, a ritiro iniziato. La decisione ha creato non pochi problemi ai dirigenti che hanno dovuto trovare un degno sostituto in tempi stretti.

Chiunque fosse arrivato a sostituire Conte, si sa, sarebbe stato accolto in maniera fredda dai tifosi, questo è ovvio: ma per Massimiliano Allegri il trattamento è stato persino peggiore. D’altronde, dopo le polemiche sollevate contro la Juve quando siedeva sulla panchina del Milan, il livornese non si faceva troppe illusioni.

Allegri ha da subito accettato la situazione evitando i paragoni con l’ex condottiero bianconero e i facili proclami. Ora, a poco più di due mesi dal suo arrivo alla guida della Vecchia Signora, l’apprezzamento dei tifosi comincia finalmente a palesarsi. Merito delle vittorie in campionato ed in Champions League che la Juve continua ha inanellato sulla falsariga della passata stagione. Il suo lavoro sta dando dunque i frutti sperati, nonostante lo schema di gioco adottato, il 3-5-2, rappresenti quasi un tributo al suo predecessore.

Allegri ha comunque attualizzato il modulo di contiana memoria adattandolo alla sua filosofia calcistica: le statistiche parlano di una Juve che corre sì di meno, ma che è al contempo più consapevole della propria forza e preferisce amministrare la partita facendo con il possesso palla. Centellinare le energie è ovviamente fondamentale soprattutto per via degli impegni europei del club. Una costante è però rimasta: la difesa di ferro delle stagioni precedenti persiste nonostante le assenze di Barzagli e Chiellini, sostituiti alla grande da Caceres e Ogbonna.

L’obiettivo dichiarato di Allegri è quello di continuare a primeggiare in Italia ed entrare almeno tra le prime 8 squadre in Champions League. Per quel che visto finora il primato in Serie A sarà una questione tra Juve e Roma. Paddy Power Italia mette i bianconeri davanti ai giallorossi nella corsa-scudetto: giudizio senz’altro condivisibile, quello del bookmaker che, tuttavia, riservando alla squadra di Rudi Garcia una quota comunque non altissima, lascia intendere che il duello sarà lungo ed avvincente.

I milioni di appassionati di questo sport ovviamente se lo augurano, e chissà che il loro augurio non si avveri e che la sfida scudetto si protragga fino all’ultima giornata di questo campionato di Serie A 2014/14.

lASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *