ARTI MARZIALI CHE PASSIONE

By
Updated: ottobre 29, 2014
ARTI MARZIALI_

Se vi dico arti marziali, voi subito pensereste a un tipo di combattimento prevalentemente orientale come cinese o giapponese.

In realtà questo termine fù usato nella seconda metà del seicento, per definire un manuale di scherma.

Anche se inizialmente, con arte marziale si indicavano solo dei generi di combattimento i quali venivano appresi dai giovani guerrieri per avere una maggiore sicurezza in guerra; ora invece nell’ epoca moderna della globalizzazione, vanno per la maggiore, e vengono praticate da milioni di persone nel mondo.

Queste arti, hanno preso a essere sostanzialmente, un percorso di ascesa individuale  che comprende sia  il controllo del proprio corpo e della propria forza che l’ euquilibrio che si instaura fra mente e corpo e non meno importante come autodifesa.

Biosgna comunque avere una buona forma fisica, essere veloci e coordinati avere una buona dialettica con il proprio corpo e una percezione cinestetica.

arrivati a questo punto sarò entusiasta nell esporvi un piccolo elenco descrittivo secondo il quale, sarò evidente quali sono le più importanti e le piu praticate arti marziali, affinchè vi dia una spinta nel conoscere e praticare la discliplina con la volontà di farvi appassionare; così domani vi andate ad iscrivere in qualche palestra alla quale potete imparare la disciplina più consona per voi.

Iniziamo con il Kung-Fu: è una disciplina patrimonio della cultura popolare cinese e sta indicare letteralmente tutte le attività eseguite con cura, bisogna dire però che le arti marziali cinesi sono volte più ad raggiungere un equilibrio spirituale che una prestanza fisica sia estetica che a livello di accrescimento di potenzialità fisica, esse essendo fondate su principi filosofici e fisici intimamente trascendentali.

Mentre se parliamo del Jeet-Kune-Do, invece si è insinuato nelle vite di molti occidentali negli anni sessanta grazie al maestro Bruce Lee, questa disciplina è stata influenzata molto dalla boxe, esso prevede degli attacchi controllati verso l’avversario prevede anche dei corpi a corpi dove gli avversari cercano di immobilizzarsi a vicenda.

Molto praticato e anche è il Muay Thai che invece appartiene al bagaglio culturale thailandese, essa è il corrispettivo della boxe è prettamente fondata sul contatto fisico vengono utilizzate otto parti del corpo creando una crasi fra pugni, calci e gomitate.

Fondamentale per l’atleta e il periodo antecedente all’ incontro nel quale deve trovare la concentrazione e l equilibrio con l’ambiente circostante.

Il karate, appartiene alla cultura giapponese è un arte marziale derivante dal combattimento indigeno. La sua diffusione è dovuta al ministero giapponese il quale chiese al maestro di karatè Gichin Funakoshi, di recarsi a Tokyo per una dimostrazione.

Questa arte, non prevede l’uso di armi,suppone invece pugni e calci e tecniche di bloccamento non ci scordiamo che per gli atleti più allenati ci sono tecniche di strangolamento e metodi per colpire punti nervosi del corpo del l’avversario per metterlo a tappeto.

Quindi cari amici, se volete intraprendere anche voi il cammino dell ascesa spirituale corporale, tramite queste arti marziali, vi consiglio caldamente di farvi una ricerca sulla disciplina scelta; in quanto ognuna di esse ha dietro una storia incredibile la quale vale la pena di conoscere vedrete non vene pentirete parola di Blocco Sport!

Bonjasky

lASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *