CICLISMO: L’INCIDENTE PIU’ STRANO, LA SALITA PIU’ LUNGA, L’UNIFORME PIU’ SCANDALOSA

By
Updated: novembre 20, 2014
CURIOSITA' CICLISMO

CURIOSITA’  DAL  MONDO DELLO SPORT (CICLISMO)

Abbiamo raccolto per voi un po’ di curiosità dal mondo del ciclismo.

L’INCIDENTE PIU’ STRANO

Chiunque vada in bicicletta, a qualsiasi livello, sa che le cadute sono parte integrante di questo sport, per i più inesperti causate dall’imperizia, per i professionisti dall’esasperazione della volata, oppure la colpa può essere di un terreno accidentato, in mountain bike per esempio sono ancora più comuni ed ecco perchè i corridori si proteggono maggiormente. Abbiamo visto incidenti e cadute di tutti i tipi (a volte purtroppo con esiti tragici) ma probabilmente l’incidente più curioso è quello capitato al professionista tedesco della mountain bike Robert Mennen che dal 2009 gareggia per la Topeak-Ergon Racing Team durante la più importante gara che si svolge nel continente africano la Absa Cape Epic (giunta alla dodicesima edizione che si correrà nel 2015) nell’edizione 2013 quando è stato investito da un’antilope che attraversava la savana e forse si era stancata di veder passare corridori. Sia l’animale che il corridore sono finiti a terra, il video ripreso dalla camera indossata dallo stesso ciclista non è molto chiaro ma sembra che l’impatto avvenga sul lato sinistro. Non sappiamo se l’antilope fosse assicurata.

IL VIDEO

 

LA SALITA PIU’ LUNGA

Il sale del ciclismo sono le salite, non solo fanno da sfondo alle imprese epiche dei professionisti, basti pensare alle tappe alpine o sui Pirenei delle due grandi corse a tappe, ma anche qualsiasi ciclista agonista non professionista che cos’è che racconta agli amici se non quando è riuscito a fare una certa salita? Si è quindi sviluppato un cicloturismo che è andato a scovare le salite più lunghe o più dure o più suggestive. La salita più lunga e sotto un certo aspetto più dura si trova in Perù. Si tratta della Conococha da Paramonga lunga 118 km, la pendenza non è molto proibitiva, anzi è decisamente pedalabile (3,5%) eppure in un elenco delle salite extraeuropee è risultata ai primissimi posti di difficoltà, perchè sono gli altri numeri che impressionalo, la strada inizia infatti a 16 metri sul livello del mare e arriva a 4095, pensate che vuol dire percorrere 118 km tutti in salita superando un dislivello di oltre 4000 metri percorrendo una buon parte di quei chilometri oltre i 3000 metri.
Conococha

L’UNIFORME PIU’ SCANDALOSA

Questa è una notizia recentissima, la nazionale colombiana femminile di ciclismo ha fatto scandalo con l’outfit sfoggiato proprio qui in Italia in occasione del giro di Toscana 2014. Il completo utilizza i colori tradizionali giallo e rosso, ma nella parte centrale un colore carne effetto nudo che simula la nudità dal pube fin sopra l’ombelico con persino il disegno del pube. La federazione ciclistica internazionale ha protestato e ha annunciato un’inchiesta, qualche testata si è chiesta che volessero ottenere (forse pubblicità? evidentemente agli sponsor non dispiaceva e sicuramente di visibilità ne hanno ricevuta tanta). Angie Rojas membro della squadra che è anche l’autrice del design delle tutte ha difeso la sua creazione e la scelta sua e delle compagne di indossarla dicendo di non vergognarsi né come donna, né come atleta e ciclista.

IL VIDEO

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright

lASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *