Barcellona game over (?)

By
Updated: febbraio 15, 2017

Disastro, flop, fine del ciclo. Chi più ne ha più ne metta.. difficile trovare un titolo adatto alla débacle sportiva blaugrana più clamorosa degli ultimi anni. L’accostamento a un altro 4 a 0 – semifinale di Champions contro il Bayern nella stagione 2012-2013 – è valido soltanto per le proporzioni. In quell’occasione infatti i tedeschi si imposero sfruttando al meglio le proprie qualità (solidità, rapidità e contropiede) contro un Barça post-Guardiola ancora spaesato e alla ricerca di una rinnovata identità. Ciò che invece è accaduto ieri è qualcosa di ben diverso: la squadra da molti (noi compresi) considerata la più forte del mondo è stata sconfitta sul proprio “terreno ideologico”. Pressing alto, impostazione da dietro e circolazione veloce della palla sono state le armi con cui Cavani e compagni hanno demolito un’avversaria disorientata, stordita e senza fame. La prima mezz’ora è stata una vera e propria lezione di calcio che gli uomini di Emery hanno impartito ai catalani, capaci soltanto di qualche innocua fiammata offensiva spesso spenta sul nascere. Nella ripresa il PSG ha abbassato il proprio baricentro e lasciato sfogare il vano palleggio dei campioni di Spagna, mai concretizzatosi in nitide occasioni da gol. A fine partita Luis Enrique sbotta con un giornalista e perde le staffe; la stampa madrileña parla di resa dei conti negli spogliatoi e, se anche non fosse vero, la pubblica dichiarazione di Busquets “ci aspettavamo un’altra partita” sa di condanna all’allenatore.
Il Barça di Guardiola, armata (quasi) invincibile, nelle rare sconfitte subìte, non era mai stata battuta sul piano del gioco. Inter (Champions 2010), Real Madrid (Coppa del Re 2011), Chelsea (Champions 2012) erano state in grado di imporsi sulla squadra più forte di sempre grazie a tattiche difensive e una buona dose di quel fattore C, talvolta è imprescindibile in partite del genere.
Il risultato di ieri non ammette invece nessun contraddittorio: il PSG ha messo in ginocchio Messi e compagni.. un ko che fa male e che probabilmente segna il tramonto di un’era.

M.C.

lASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *