Laureus Award: Bebe Vio trionfa: “Spero di aver reso felici gli italiani”

By
Updated: febbraio 18, 2017

Usain Bolt e Simone Biles si sono aggiudicati il Laureus Award, grazie alle imprese compiute nel 2016, in particolare alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. La cerimonia di premiazione, svoltasi ieri sera a MonteCarlo alla presenza del principe Alberto e della principessa Charlene, ha visto l’assegnazione di riconoscimenti chiamati “Oscar dello Sport”.

BEBE VIO

Ma quella di Montecarlo è una serata speciale anche per l’azzurra Bebe Vio, oro nel fioretto individuale alle Paralimpiadi brasiliane, che ha ricevuto dalle mani di Alex Del Piero la statuetta nella categoria ‘Sportsperson of the Year with disability

“Sono molto fortunata, siamo tutti fortunati, perché facciamo la cosa più bella del mondo, lo sport. Io spero che questo successo renda anche un po’ un po’ più felice gli italiani”

IL MESSAGGIO DI LUCA PANCALLI

“Con il premio Sportsperson of the Year with a Disability, in occasione dei Laureus World Sports Awards 2017, Bebe Vio ottiene un prestigioso riconoscimento internazionale, che conferma la forza e le grandi capacità di quest’atleta. Bebe è ormai ambasciatrice nel mondo dei valori della grande famiglia paralimpica italiana. Siamo dunque orgogliosi di questo suo ennesimo traguardo”

A Monte Carlo sono stati premiati anche Usain Bolt, Simone Biles, Michael Phelps, la squadra olimpica dei rifugiati, Nico Rosberg, Rachel Atherton, il Leicester City di Claudio Ranieri, i Chicago Cubs di baseball, Waves for Change (progetto che aiuta con il surf i giovani delle comunità più violente del Sud Africa) e il Barcellona under 12 di calcio.

lASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *