Intervista al capitano del Cuore basket Napoli

By
Updated: aprile 19, 2017

Primo posto già legittimato da qualche settimana ,una giornata al termine della stagione regolare a Roma sabato prossimo, prospettive incoraggianti per la promozione in serie A2 maschile di basket, la Generazione Vincente  Cuore Napoli  Basket, non poteva festeggiare al meglio la nuova denominazione ufficiale ricevuta venerdì santo la squadra di coach Ponticiello che si è imposta nell’ultimo turno casalingo della stagione regolare sulla Vis Nova per 80 a 75.

Da un po’ lontano dalle competizioni ufficiali  causa infortunio , il  capitano della squadra azzurra Roberto Maggio scalda i motori per il rientro il rientro  play classe 90 ex Unieuro Forlì con cui lo scorso anno ha raggiunto la A2.

Roberto sei pronto al rientro ufficiale dopo la finale vincente in coppa Italia?

“Non vedo l ora di rientrare, da alcune settimane ho effettuato preparazione atletica pe recuperare dall’infortunio” risponde il capitano- ma già da questa settimana potrò finalmente allenarmi con i miei compagni di squadra e sarò a disposizione del coach Ponticiello” continua Maggio – sarà lui a decidere se schierarmi sabato a Roma o attendere direttamente i play off”.

Conoscete già il nome dell’avversario del primo turno?

“Dobbiamo attendere l ultima giornata per conoscere il nome del nostro avversario” risponde Maggio(l’ottava del girone D), attualmente si contendono l ‘ ultimo posto utile il Senigallia ed il Porto sant’Elpidio staccate di due punti. Il giocatore esperto e vero uomo spogliatoio punta alla promozione pur mantenendo con serenità una stagione finora davvero eccezionale con un primo posto non certo auspicato e pensato ad inizio stagione.

“Siamo partiti ed io per primo con il traguardo della salvezza o un posto nei play off, di certo non mi aspettavo di chiudere al primo posto la stagione regolare” ammette il capitano-poi durante il torneo le cose sono andate diversamente per nostra fortuna e grazie alla nostra unità di intenti, coesione e determinazione attraverso il nostro coach Ponticiello e tutto lo staff tecnico d atletico(il riferimento  va al preparatore Aldo Chiari il torneo è andato verso binari inaspettati “prosegue Maggio che lancia la sfida alle avversarie ben consapevole delle difficoltà che da ora arriveranno-

“Inutile nasconderci ,dovranno fare i conti con noi le nostre avversarie, e noi con loro , ad esempio Montegranaro capolista del girone D, lo scorso anno con Forlì la battemmo e fu estromessa dalla promozione in A2”prosegue il giocatore, quest anno nelle Marche hanno creato una corazzata che punterà dritto alla promozione, dunque  se la affronteremo sarà davvero dura” ammonisce il capitano.

Chiediamo noi di Blocco sport il portale on line molto attento a tutti gli sport, cosa ha spinto Roberto Maggio a restare in serie B dopo aver ottenuto una promozione nella serie superiore e quali sono i punti di forza della Generazione Vincente ?

“Sicuramente l’dea vincente del presidente Ciro Ruggiero che in serie C con Agropoli ha vinto tutto ,ovvero quella di portare il basket a Napoli  è stata una delle motivazioni che mi ha spinto ad accettare la fascia di capitano”  risponde Maggio che prima di congedarsi lancia un appello al pubblico di appassionati e non partenopei”

“Voglio un palasport gremito nelle partite decisive, il nostro sesto uomo in campo” grida il capitano, sabato scorso nell’ultima  partita in casa non ho visto molti spettatori, forse perché doveva giocare il Napoli ed era la vigilia di Pasqua” continua il giocatore- ora con i play off dovremo contare anche sul nostro migliore alleato, ovvero il calore dei nostri tifosi”.

Stefano Marino

lASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *