A Dillier la tappa in Calabria

By
Updated: maggio 12, 2017

Terme Luisiane – Su tracciato pianeggiante con arrivo in salita, si è svolta la sesta frazione del Giro d’Itala sui 217 chilometri che legano Reggio Calabria alla località temale. Tradizionale, diremmo, fuga iniziale ma stavolta non succede che il gruppo rimonti e tutto si concluda nella soolita “volatona”finale.

Il bello che il vincitore Dillier ha una foratura nel corso de primo chilometro e pareva rassegnato ad una corsa nelle retrovie. Invece si rimette a pedalare con foga ed entra nell’allungo decisivo con Stuyven e il giovanissimo danese Pedersen a cui si aggiungono Andretta e Postlberger (vincitore della prima tappa). Il gruppetto. da cui si staccano Andretta e Pedersen, fila ad un ritmo indiavolato mentre gli inseguitori esitano troppo nel catapultarsi all’attacco.

Quando hanno rotto gli indici è troppo tardi, a 24 chilometri d’arrivo e con margine di svataggio di 3 minuti, Si decide tutto nella salita in una minivolata a due con cui Dillier la spunta su su Stuyven. Postlberger arriva trafelato in ritardo di 12”. Poi Andretta a 26” insieme a Yates e Woods. La maglia rosa Jungels giunge ottavo e Nibali dodicesimo.

Arrivo: 1) Silven Dillier (Bmc), 217Km in 4h e 58’; 2) Stuyven; 3 Postlberger a12”; 4) Andretta a 26”; 5 Woods; 6 Yates st.

Giovanni Monaco

lASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *