Fernando cala il tris

By
Updated: maggio 20, 2017

Reggio Emilia – Fernando Gaviria, ancora lui. Si era imposto nelle tappe iniziali del Giro d’Italia in Sardegna e poi in Sicilia e oggi colleziona la terza vittoria nella Forlì – Reggio Emilia.

A 22 anni, colombiano come Quintana (di cui dice di non avere niente in comune), si impone alla ribalta internazionale, inserendosi a pieno titolo nell’elite di chi sprinta velocissimo verso il traguardo. Dopo essersi fatto notare nelle corse sudamericane, in Europa emerge prepotentemente al Giro delle Fiandre ottenendo piazzamenti di rilievo. E ora ha scelto la corsa rosa per manifestare pienamente la sua potenza quando le corse si risolvono in volata.

E questo è stato lo scenario della dodicesima tappa che ricalca un fil-rouge già visto e rivisto. Sul percorso perlopiù pianeggiante, un drappello di corridori stacca il gruppo che puntualmente raggiunge le lepri quando mancano pochi chilometri alla fine. Si scatena la bagarre finale e il pedale più lesto è quello di Gaviria che precede il polacco (naturalizzato italinano) Mareczko e l’irlandese Bennet. Nella classifica generale nulla di nuovo con Tom Dunoulin in maglia rosa e Quintana a 2’23.

Arrivo: 1) Fernando Gaviria (Quick Step Flooes), Km 229 in 5h18’ alla media di 43Km/h; 2) Mareczko ; 3) Bennet ; 4) Bauthaus : 5) Richeze ; 6) Gibbons.

Giovanni Monaco

lASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *