Jungels fa sua la 15° tappa in volata

By
Updated: maggio 23, 2017

Bergamo – Bob Jungels vince in volata la frazione Valdengo-Bergamo, 199 chilometri di tracciato vario, ricco di ascese e discesine, ancora amaro per i nostri colori: se non ci pensa Vincenzo Nibali a regalarci un tappone di montagna (che, finalmente, diverrà protagonista la prossima settimana di gare) pensiamo che l’ombra dell’assenza di vittorie italiane al Giro del Centenario diventerà notte. E pensare che Aru, oltre a Nibali, va a nozze con le scalate e le frazioni alpine…ma purtroppo il sardo è appiedato!

Eppure lo squalo (che non ha ancora affilato i denti) fa parte, insieme a Pozzovivo, di un manipolo di otto corridori che, una volta affrontata salita della Boccola col siciliano in testa, si fionda in discesa con Nibali che attacca ancora   a ritmo sostenuto salvo essere raggiunto e superato sullo strappo finale dal corridore in maglia rosa, Doumolin. Doumolin si rende protagonista di un gesto cavalleresco: durante la salita Quintana cade e lui ferma la squadra e lo aspetta. Il colombiano manco lo ringrazierà a fine corsa.

Il fine corsa consiste in una volata con i migliori in cui il vincitore del Giro 2016 si ritrova, come Domenico Pozzovivo, con un pugno di mosche, settimo e senza abbuono. Volata che è appannaggio del lussemburghese Jungels che esulta e dicendo di essere super felice di aver vinto una tappa in volata del Giro d’Italia.

Arrivo: 1) Bob Jungels (Quick Step Floors), 199Km in 4h6”: 2) Quintana: 3) Pimot: 4) Yates; 5) Pozzovivo; 6) Konrad: 7) Nibali

Giovanni Monaco

lASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *