LE MIGLIORI TENNISTE DELLA STORIA (DI TUTTI I TEMPI)

By
Updated: ottobre 5, 2014
MARGARET COURT SMIT

Scrivendo un articolo dedicato alle migliori tenniste della storia non possiamo non ripetere la premessa che facciamo in questo tipo di articoli, si tratta di un esercizio affascinante ma è anche una forzatura confrontare atlete di epoche diverse è chiaro che Chris Evert non potrebbe tenere il palleggio di una Kvitova o di una Wozniacki.  La regola è sempre: ci rifacciamo ai risultati e a cosa quella tennista ha rappresentato nella storia del tennis. Sceglierne cinque è stata dura, l’esclusione di Helen Wills Moody con i suoi 19 titoli vinti tradisce un po’ la nostra regola, ma negli anni venti lo sport era davvero pionieristico dal punto di vista professionistico.

MARGARET COURT

La Smith non ci è simpatica le continue dichiarazioni omofobe anche contro colleghe tenniste (ad esempio Martina Navratilova) dettate dalla sue convinzioni religiose gridano vendetta ma non si può non includere la tennista australiana, una delle tre tenniste ad aver vinto tutti i titoli dello slam in tutte le categorie (singolare, doppio  e doppio misto), le altre sono la Navratilova e Doris Hart (quest’ultima molto prima dell’era Open, nel dopoguerra).  Detiene il record di Slam in singolare (24) detiene il record di vittorie combinate (64). Se le sue convinzioni non l’avessero portata a sposarsi e fare figli mentre era ancora in attività forse avrebbe vinto anche di più, ma il suo dominio fu ugualmente assoluto.  Fu la seconda tennista dopo Maureen Connolly a realizzare il Grande Slam (nel 1970 prima nell’era open).

CHRIS EVERT

CHRIS EVERTLa tennista statunitense Chris Evert, icona di bellezza ed eleganza e grande rivale  di Martina Nacratilova, pur non essendo riuscita a conquistare il vero Grande Slam (tutti e quattro i tornei nello stesso anno solare) merita di entrare in questa classifica in virtù di ben 18 titoli dello slam in singolare e altrettante finali perse (ben dieci contro la stessa Navratilova) un quadro che da un lato testimonia come le due dominarono il tennis femminile tra metà anni ’70 e metà anni ’80 e dall’altro valorizza le 18 vittorie della Evert proprio perché ottenute nell’era Navratilova. La Evert tecnicamente viene ricordata per il rovescio a due mani, la grande risposta al servizio e la predilezione per la terra battuta, a Parigi stabilì un vero regno (7 vittorie). Certe preferenze sono sempre frutto anche di situazioni contingenti, la terra battuta era senza dubbio la superficie meno congeniale al gioco di attacco della Navratilova, l’unica superficie in cui in un match fra le due la tennista cecoslovacca non partiva favorita.

MARTINA NAVRATILOVA

MARTINA NAVRATILOVATennista cecoslovacca poi naturalizzata statunitense, 18 titoli di slam in singolare vinti, ben 59 in totale (seconda solo alla Margaret Court), ha realizzato il Piccolo Slam o Grande Slam virtuale, cioè ha vinto i quattro tornei consecutivamente ma a cavallo di due anni solari. Esprimeva un tennis di potenza quasi maschile (almeno confrontato con quello delle tenniste contemporanee) giocatrice serve and volley, una delle più complete dal punto di vista tecnico mai viste sui campi. Ha dominato a lungo il tennis femminile e lo avrebbe fatto più a lungo se non fosse spuntata all’orizzonte una certa giovane tennista tedesca. Nel gioco di rete è stata forse la più forte di tutti i tempi, solo Serena Williams potrebbe contendergli quel titolo, Serena va a rete meno spesso perché il tennis è cambiato si gioca molto più di potenza e si tende a finire i punti  in altro modo, d’altro canto a favore di quest’ultima va detto che oggi i passanti viaggiano così veloce che quando si riesce a domare la palla con una volé bisogna riconoscere un merito maggiore.

STEFFI GRAF

Steffi GraffAbbiamo dedicato un articolo alla giocatrice tedesca, chiedendoci se fosse la più forte, nella premessa scrivemmo che era nostra convinzione che essendo meno “personaggio” quando i non esperti elencano le tenniste più forti della storia tendono a trascurarla, ma per Steffi parlano i risultati: 22 titoli Slam in singolare (seconda solo a Margaret Court Smith) , terza giocatrice della storia (e finora ultima) ad aver realizzato il Grande Slam (nel 1988), unica ad aver realizzato il Golden Slam (grande slam + titolo Olimpico). Ai freddi dati possiamo aggiungere  che Steffi strappò la corona di numero uno del mondo a una Navratilova tutt’altro che vecchia e stanca, nel 1987 la cecoslovacca esprimeva ancora un tennis grandioso che le permetteva di battere l’astro nascente appena diciassettenne  a Wimbledon e agli Open USA,  nella finale degli Open USA del 1989 (a nostro avviso una delle partite più belle della storia del tennis femminile)  la Navratilova giocò una delle sue migliori partite ma venne sconfitta da Steffi. Tecnicamente la Graf era giocatrice diversissima dalla Navratilova, quando venne alla ribalta aveva un buon servizio, il devastante dritto che rimarrà il suo marchio di fabbrica e delle gambe strepitose.  il rovescio (giocato ad una mano, in un’epoca in cui la maggior parte delle donne ormai seguiva l’esempio della Evert) era un colpo inizialmente incerto. Le sue incredibili gambe e la sua tenuta fisica le permettevano di fare chilometri in più  per spostarsi e colpire il più possibile di dritto. In seguito affinò di molto il suo gioco di volo, questo unito proprio al rovescio tagliato che quando era in giornata era estremamente profondo e preciso portò una giocatrice nata sulla terra battuta a raccogliere il suo maggiore numero di titoli dello Slam sull’erba di Wimbledon.

SERENA WILLIAMS

Serena WilliamsA “Serenona” dedichiamo meno spazio (ma ne abbiamo già parlato sopra nel confronto con la Navratilova) perchè essendo ancora in attività è certamente la giocatrice più conosciuta. I numeri nel caso di Serena sono parziali quindi, attualmente siamo a 18 titoli in singolare (come Navratilova ed Evert) e 33 in totale. Ha realizzato il Piccolo Slam a cavallo tra 2002 e 2003.  Giocatrice di devastante potenza ma anche di straordinario talento e doti tecniche, grandissimo servizio, grande giocatrice al volo. Probabilmente la sua rivalità principale è stata quella con la sorella maggiore Venus che l’aveva preceduta sul trono mondiale, ma che ha superato abbondantemente. Viste le caratteristiche del suo gioco non ama la terra battuta ma è riuscita ad imporsi a Parigi due volte, diciamo che sul rosso la marziana Serena diventa un po’ più umana.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright

AL 6° POSTO MARIA SHARAPOVA

WIKI DATI BIOGRAFICI MARGARET COURT

MARGARET SMITH COURT

WIKI DATI BIOGRAFICI CHRIS EVERT

CHRIS EVERT

WIKI DATI BIOGRAFICI MARTINA NAVRATILOVA

MARTINA NAVRATILOVA_D

WIKI DATI BIOGRAFICI STEFFI GRAF

STEFFI GRAF

WIKI DATI BIOGRAFICI SERENA WILLIAMS

SERENA WILLIAMS_

2 commenti

  1. Luigi

    9 novembre 2014 at 15:24

    CREDO CHE LA SHARAPOVA NON ANCORA 30 ENNE, MERITI UNA POSIZIONE MIGLIORE…ANCHE LA STESSA SERENONA, SAREBBE IN GRADO DI TRITURARE ALMENO LE PRIME DUE!

    • Roberto Todini

      10 novembre 2014 at 13:00

      Veramente ho scritto nella premessa all’articolo che probabilmente una qualsiasi delle prime del mondo oggi batterebbe facilmente la numero uno di 20 o più anni fa, è inevitabile, per questo secondo me quando si fanno classifiche di migliori di tutti i tempi ha senso farle solo basandosi in base a cosa hanno vinto e a come hanno dominato la propria epoca, immaginarsele una contro l’altra su un campo secondo me non ha proprio senso. Sono convinto che anche la mia amata Graf non solo contro Serena ma anche contro una Kvitova in buona giornata o una Wozniacki avrebbe poche o nessuna chance. Ciò non toglie che nella storia del tennis al momento Wozniacki e Kvitova siano zero e la Graf sis una delle più forti di tutti i tempi.

lASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *