FEDERER E LA SHARAPOVA CI SONO

By
Updated: ottobre 13, 2014
Federer

Due campioni che non potrebbero essere più diversi  per l’atteggiamento in campo e per  come sono percepiti dal pubblico, per uno scherzo del destino finiscono accomunati facendo il punto della situazione su questa fase finale della stagione tennistica che condurrà alle finali WTA di Singapore  (tra quattro giorni) e alle finali ATP tour che si terranno a Londra a Dicembre. Federer e la Sharapova finiscono accomunati perchè la campionessa siberiana con la vittoria sulla Kvitova di una settimana fa a Pechino è tornata al numero due del mondo e Federer ha fatto lo stesso ieri vincendo su  Simon, anche lui in Cina a Shangai dopo aver strapazzato Djokovic in semifinale.  Francamente non ce lo saremmo mai aspettato pur essendo il nostro tennista e la nostra tennista preferita.

Iniziamo da Maria, che dire sul suo torneo e sopratutto sulla finale?  Certamente la Kvitova non era al suo meglio,  inoltre sappiamo, l’abbiamo scritto tante volte, che la Sharapova o la batti nettamente o se le dai la possibilità di lottare è difficile tu ne esca vincitrice, perchè la siberiana come forza mentale è la numero uno, quello che è risultato una piacevole sorpresa è che la Sharapova sembra ringiovanita (anche se la russa vecchia non è visto che ha solo 27 anni e mezzo, ma è professionista da una vita e ha una carriera costellata di infortuni alle spalle)  in questo torneo le ha funzionato tutto, ha persino servito bene! Ha superato la Kvitova sia al servizio che nella risposta.  Chi lo avrebbe detto a inizio stagione mentre tutti cercavamo il dopo Serena, visto che l’americana quando sta bene è quasi imbattibile ma sembra sempre più al lumicino, che nell’immediato il dopo Serena potrebbe essere un ritorno al passato?  La Sharapova è stata numero uno del mondo per un breve periodo nel 2005.  Altro dato confortante per la russa: è tornata vincere un torneo sul veloce, non le accadeva da marzo 2013, quando vinse ad Indian Wells sulla Wozniacki, non è un caso che sia successo ritrovando un servizio accettabile.

Federer: Roger ha sempre detto che  non pensava al ritiro perchè lui si diverte un sacco a giocare, nel suo caso la classe immensa aiuta, anche nel tennis moderno dove condizione fisica e potenza hanno un’importanza preponderante il talento tennistico è un ottimo elisir di giovinezza che permette di prolungare la carriera, ma anche in questo caso chi avrebbe pensato di ritrovare Feder a tallonare Djokovic in classifica? Dopo averlo battuto in semifinale poi!  Dopo la netta vittoria di Federer in semifinale (e con questa sono tre le vittorie di Federer sul Djoker in questa stagione) Nole ha dichiarato che quello era il miglior Federer che avesse mai giocato contro di lui.  Il bello è che Federer aveva iniziato il torneo faticando molto contro Maer (vittoria due set a uno con due long set vinti mentre aveva perso il secondo 6-3)  mentre Djokovic aveva battuto facilmente Ferrer nei quarti di finale, per la tredicesima volta in 18 incontri dominandolo sotto ogni aspetto.  Questo tennis che riesce a sorprenderci ci piace!

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright

Roger Federer

lASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *