Pinot vince la volata a 5 ad Asiago

By
Updated: maggio 30, 2017

Asiago – Pinot cercava la prima vittoria al Giro del Centenario e l’ha ottenuta ieri in una volata emozionante che coinvolge Nibali, Quintana, Zaharin e Pozzovivo.La ventunesima frazione Pordenone – Asiago è stata una delle più spettacolari del Giro; deve decidere chi aveva le maggiori probabilità di vincere il giro,. ma in realtà non decide niente e l’incoronazione è rimandata all’esito della crono da Monza a Milano. Non era mai successo che la massima competizione ciclistica italiana si decidesse all’ultima pedalata.

Questo singolare record è dovuto allo straordinario equilibrio fra le parti in gara che neanche i 3.500 chilometri e più sono riusciti a spezzare. Ai 29,3 chilometri della gara contro il tempo la sentenza finale.

Sui 24 chilometri della scalata del Grappa è Zaharin a forzare il ritmo per selezionare il gruppo. Il russo, il più in forma tra i corridori che si giocheranno il Giro, scappa portandosi dietro Pozzovivo che, sulla cima del monte, si aggiudica il GP della Montagna. Ma sono soprattutto i 14 chilometri della salita al Foza ad accendere la battaglia. Anche qui l’azione è di Zaharin e Pozzovivo che danno un margine sul gruppetto di inseguitori. Parte Nibali che si tira subito dietro Quintana e, in seconda battuta, Pinot. La missione del terzetto che trova subito collaborazione, è quella di liberarsi di Doumulin e in parte ci riescono.

Si può pensare ad un’azione di forza di Nibali in discesa, ma questa è troppo corta (2 Km) per tentare un attacco, e poi lo squalo rispetta le consegne dell’accordo a tre e continua a collaborare. I tre, sul tratto piano che conduce ad Asiago, raggiungono Zaharin e Pozzovivo e l’intesa per fara male a Doumulin si estende anche a loro. I 5 prendono un vantaggio massimo  di 18”sul gruppetto a sei corridori dell’olandese.

Ma Dumoulin trova per strada due corridori che fanno al caso suo: Mollema e Jungels e insieme a loro riesce a limitare i danni, giungendo a 14” dal drappello di Quintana.

Al traguardo di Asiago si giocano la volata Nibali, Quintana, Zaharin, Pinot e Pozzovivo, Il francese si mette in testa sul rettilineo e trionfa precedendo il russo, Nibali, Pozzovivo e il colombiano in maglia rosa.

Arrivo: 1) Tibot Pinot (Bmc), Km 190 in 4h58’ alla media di 38 Km/h; 2) Zaharin; 3) Nibali; 4) Pozzovivo; 5) Quintana; 6) Jungels a 15”; 7) Yates; 8) Reichenbach; 9) Mollema: 10) Dumoulin.

Classifica generale: 1) Nairo Quintana (Movistar); 2) Nibali a 39”: 3) Pinot a 43”; 4) Dumoulin a 53”; 5) Zaharin a a 1’15: 6) pozzovivo a 1’30”

Giovanni Monaco

lASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *