Intervista con il coach del Cuore Napoli Basket serie B

By
Updated: aprile 4, 2017

Tre partite da giocare ,quattro punti di vantaggio sulla seconda prossima avversaria in trasferta a Valmontone, il Cuore Napoli Basket legittima il primo posto nel girone C di serie B di basket.

Doppia vittoria nel turno casalingo, Teramo e Cassino battute, il Valmontone sconfitto a Catanzaro battuto invece dagli azzurri la settimana prima e segue a 4 punti i partenopei.

“Eravamo la sorpresa del campionato fino al mese di Novembre, esordisce Francesco Ponticiello(Ciccio)classe 60 da Sant’Antimo – ma ora non vogliamo tirarci indietro, anzi la fame vien mangiando ed intendiamo percorrere per intero la strada che ci porterà in A2,almeno non lasceremo nulla al caso” insiste il coach che in vista della decisiva trasferta per il primo posto di domenica prossima in quel di Valmontone, lancia il guanto di sfida agli avversari:

“All’andata giocammo alla pari ,ma fummo sconfitti per 97 ad 89, se vinciamo domenica in casa loro raggiungiamo un duplice scopo” prosegue Ponticiello  ,uno è la conferma matematica del primo posto che con sei punti di vantaggio renderebbe impossibile per gli avversari raggiungerci a due parte dal termine, l ’altro ci permetterebbe di godere di un vantaggio non da poco, ovvero giocare le sfide decisive contando sull’apporto del pubblico” chiude il coach.

La strada che porta  alla serie A2 è infatti lunga ed irta di ostacoli, le prime otto del girone C affronteranno le opposte del girone D, al meglio delle tre partite con eventuale bella in casa della migliore qualificata, in seguito su cinque partite si giocherà per tre posti su 4 squadre che porteranno al basket professionistico.

Con il tecnico Ponticiello, affrontiamo i problemi che riscontrano le grandi città metropolitane italiane ,Milano vince solo in Italia, Roma come Napoli non è presente nel basket professionistico:

“Si  è così in Italia il basket emerge nei piccoli centri(Sassari , Brindisi, Trento o addirittura Capo d ‘Orlando che non è neppure capoluogo di provincia)risponde il tecnico, realtà piccole  con maggiore pubblico “ chiediamo al coach Napoli potrà finalmente rientrare tra le realtà del basket nazionale dopo i fallimenti delle ultime stagioni?

“Anzitutto premetto che i  progetti degli anni passati, non sono da imputare ai miei colleghi tecnici che si sono succeduti sulle varie panchine” afferma Ponticiello,  in quei casi i problemi o le cause sono da ricercare altrove ,glissa con stile il coach azzurro “.

Ormai il Cuore Napoli basket ragiona da grande  e riesce anche a sopperire ad alcune assenze quali il play Maggio e l ala play Marzaioli,  entrambi in fase di recupero da infortuni e sui quali si punta nelle fasi decisive, quelle che potrebbero portare all’ingresso del basket professionistico ,sarebbe inutile rischiarli ora compromettendone  poi l’ utilizzo più in la considerando il minutaggio limitato attualmente presente nelle loro gambe.

Stefano Marino

lASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *